Dalla Montagna, Libro VIII

Capitolo 13

 

"Il Punto da cui non è più possibile tornare indietro"

10 Ottobre 2002

"Mia Amata Bambina, sono Gesù, il tuo Maestro, Signore della Terra. Bambina Mia, in questo messaggio incomincero’ ad aprire quello che è stato nascosto per tanto tempo. Si, come una porta dimenticata a lungo, coperta dalle sabbie del tempo. Bambina Mia, ti consegno ora la chiave, affinchè tu possa entrare e testimoniare ciò che è stato messo da parte e salvato proprio per questi ultimi giorni. Quindi, Piccola Mia, prendi questa chiave, va alla porta, parzialmente coperta dalle sabbie del tempo ed aprila."

"Signore Mio, prendo la chiave, che lampeggia di una luce brillante." È piccola, ma pesante e guardandola attentamente, vedo che è divisa in sette strati visibili. Ma, ci sono tre o più strati di spirito, che sono parte della chiave e solamente percepibili con lo Spirito di Dio. Con la chiave in mano cammino nella sabbia piuttosto profonda fino alla porta, parzialmente coperta dalle sabbie del tempo. Notando la serratura sopra il livello della sabbia, inserisco la chiave e girandola sento uno scatto. Come se azionato da una forza invisibile, la porta scivola silenziosamente e la sabbia che blocca l'entrata della porta, si precipita in avanti nell'apertura. Sento da dietro un sibilo di vento, come se una corrente d’aria tirasse un vento caldo dietro me, e nel calore di questo vento che segue, faccio il primo passo attraverso il portale della porta. Cerco scritture o simboli sulla porta, ma non vedo niente, comunque, sento profondamente l'odore di rose appena raccolte. Guardando intorno, in principio non vedo niente d’insolito, perchè mi sembra di trovarmi in un corridoio, tuttavia come i miei occhi si abituano all'illuminazione, posso vedere chiaramente ai due lati delle stanze. Sento lo Spirito di Dio dire: ‘Va a sinistra,’ e seguendo la direzione dello Spirito, entro in una bellissima stanza illuminata. Una volta dentro, vedo luce venire dai muri. Una luce bianca ed i muri sembrano fatti di un meraviglioso cristallo intagliato o forse diamanti, ma a prima vista non posso dire. L'odore delle rose è perfino più forte e sono attirata da un meraviglioso scolpito tavolo bianco per due. I piedi e l’orlo del tavolo sembrano scolpiti in oro, mentre la testa sembra marmo bianco con venature di un pallido rosa. Mi siedo su una sedia che ha un bianco cuscino morbido e lanuginoso e noto una bella luce brillare direttamente sulla testa del tavolo venendo dal muro cristallino.

Sento un sibilo, come una corrente d’aria e alzando gli occhi vedo un'apertura oscura nel muro vicino al tavolo. Non posso dire dove conduce questa oscura apertura, ma percepisco grande malvagità e molta oscurità. Guardando il profondo e stretto abisso, ho una sgradevole sensazione, e non mi piace stare sola in questa stanza. Ma, improvvisamente percepisco la meravigliosa e amorevole presenza di nostro Signore Gesù come viene attraverso la porta aperta. Egli è cosí prezioso e bello, pieno d’amore e misericordia. Guardandomi dice: "Bambina Mia, oggi imparerai una lezione nel ritegno controllo." Non capendo quello che intende, rispondo, "Sì, Signore Mio."

"Nostro Signore Gesù si siede di fronte a me e nel silenzio mi rendo ancora conto del mormorio leggero, un mormorio cosí sottile quando sono entrata nella stanza, ma adesso più percettibile. In stato di ipervigilanza, sento improvvisamente provenire dalla porta oscura dei colpi e gridi. Giuramenti e gridi s’intensificano e sento dei suoni come delle catene trascinate attraverso un pavimento di pietra. Incomincio ad avere nello spirito un profondo presentimento, perchè non voglio vedere quello che si trova dentro il portale oscuro. Percependo la mia repulsione, nostro Signore Gesù mi tocca la spalla, e sento nello spirito un meravigioso senso di pace e d'amore. "Amata Mia," dice, "Non è come tutto sembra. Tieni conto, perchè sta venendo sulla Terra." Rabbrividisco al pensiero di più violenza, e rabbrividisco al pensiero che quello che sta alla fine di quella catena sta per essere rilasciato sulla Terra. Oh, ho la morte nel cuore e sento che non riusciro’ proprio a affrontare il male che sia, e incomincio a piangere abbondantemente come una bambina! Con gli occhi pieni di lacrime e un profondo dispiacere guardo nostro Signore e gli dico: "Oh, Meraviglioso Signore, come i popoli proseguiranno? Stanno già versando le piaghe e pochissime persone lo notano. Lucifero ed i suoi seguaci stanno paralizzando il mondo, distruggendo tutta la vita e pochissim persone lo notano. Signore Mio, ora ho il terrore nella mia anima, un grandissimo dolore e terrore, perchè sento che quello che sta uscendo da questo abisso oscuro è molto orribile."

In modo meraviglioso e amorevole mi prende il mento tra la Sua mano enorme e con un panno mi asciuga le lacrime e dice: "Bambina Mia, guardami negli occhi."

Ancora piangendo e singhiozzando quasi incontrollabilmente, cerco di concentrarmi sui suoi meravigliosi occhi, e improvvisamente sono persa in tale calore e amore. Oh, tale bellezza! Oh, l'amore prezioso di nostro Signore Gesù! Quanto ci ama! Per un attimo mi sento come una neonata nelle Sue braccia, e mi sta cantando una bellissima canzone d’amore totale e puro .

Improvvisamente, mi rendo conto che mi sta parlando: "Amata Mia, non avere paura e non piangere per i perduti! Un grande sconvolgimento è sulla Terra. Il Nord sarà Sud e il Sud sarà Nord, ma i due non s’incontreranno mai." Proprio nel momento in cui dice questo, sento una possente scossa della Terra. Oh, si sta scuotendo e rimbombando e vedo frane possenti di rocce! Dighe rotte inondano grandi aree. Alberi sradicati a terra. Foreste rasate al suolo. Linee di corrente attorcigliate. Grattacieli diventati macerie. L'oceano si agita e i venti ululano a 400 chilometri all'ora. Cicloni girano e laghi e fiumi scaricati dai loro bacini. Persone gettate fuori dalle loro case. Macerie di edifici e case coprono città intere. Grandi inondazioni, possenti inondazioni e persistenti pioggie torrenziali per molte settimane. Fulmini, come non ho mai visto, possenti fulmini e squarcianti tuoni."

"Oh, Signore Mio, sono cosí spaventata!" E, mi trovo raggomitolata sotto il tavolo, aggrappata ai piedi di nostro Signore Gesù. Sento la sua mano sulla mia testa e mi dice: "Bambina Mia, non avere paura! Vieni più in sù e ti mostrerò cos’è questo fracasso. Ti mostrero’ da dove viene."

Allora, come una bambina spaventata, vado a gattoni sotto il tavolo con il cuore in gola. Indicando una finestra, che è come uno schermo panoramico, nostro Signore Gesù mi mostra un rosso pianeta ardente. Lo riconosco dalle antiche scritture dei Sumeriani e so che è Niburu, il Pianeta dell'Incrocio o il Pianeta Perduto.

"Sì, Signore Mio, so che è Niburu."

"Si, Bambina Mia, ma non sai una cosa."

"Oh, Signore, sento che so pochissimo, quasi niente."

"Sì, Bambina Mia, ma non sai una cosa molto importante e devi saperla."

"Che cos’è, Signore Mio?"

"È vuoto."

"Vuoto?"

"Sì, vuoto."

"Ma non è un pianeta?"

"Sì, Bambina Mia."

"Signore Mio, perché è cosí importante? Perché vuoi che io sappia che è vuoto?"

"Bambina Mia, voglio che tu sappia che pochissime cose sono come tu credi che siano, ed è anche il caso di Niburu."

"Signore Mio, cosa intendi?"

"Bambina Mia, credi che sia un pianeta?"

"Signore Mio, un pianeta o una stella."

"Crederesti, se ti dicessi che non è nè l’una nè l’altra, ma una sfera errante dei caduti?"

"Sì, Signore Mio."

"Ma, si crede che è un pianeta."

"Si crede che è un pianeta, e la definizione va anche bene, ma è diverso di un pianeta."

"Ma, nostro Padre lo riferisce come pianeta."

"Si, perchè è come tu lo vedi e capisci."

"Nostro Padre l'ha creato?"

"Si, ma è una casa errante per i caduti."

"Una casa errante? Il tipo del genere di una cometa, un vagabondo?"

"Sì, Bambina Mia."

"Ma, Signore Mio, furono i caduti prima d’accoppiarsi con l'uomo?"

"Sì."

"Ma, Signore Mio, nelle scritture antiche, parlano di mangiare dell'Albero della Vita e della vita eterna. Scrivono anche che vivono fino ad essere molto vecchi, come centinaia di migliaia di anni o anche milioni di anni."

"Si, è vero."

"Ma, Signore Moi, non sono tutti i caduti?"

"No, soltanto alcuni."

"Ma, Signore Mio, è da qualche tempo che ho questa domanda … Perché la Terra è stata scelta come il posto per questo combattimento finale con Lucifero? Non lo capisco. Perché, Signore Mio?"

"Bambina Mia, se un boomerang è lanciato, non ritorna a quello che l’ha lanciato?"

"Sì, Signore Mio."

"Allora sappi, Bambina Mia, che il sistema solare catturo’ i vagabondi e li getto’ fuori. La Terra stessa soffri’ un possente colpo a causa della collisione con i satelliti di questo pianeta."

"Cosí, è collegato alla stessa Terra. Per questa ragione la Terra fu scelta per il combattimento finale?"

"Sì. Bambina Mia, ricordati che i pianeti sono posseduti da spiriti che sono esseri viventi e percepibili."

"Signore Mio, nostro Padre l’ha mostrato."

"Bambina Mia, la Terra stessa fu d'accordo di battersi con i vagabondi e fare il combattimento finale con quelli che servono Lucifero."

"Signore Mio, sono quelli con gli spiriti di serpente?’

"Si."

"Ma, tutti loro?"

"No, non tutti Bambina Mia, ma la maggioranza. Bambina Mia, non vedi quello che sta succedendo sulla Terra? Malvagità, Bambina Mia, molta malvagità. Questi malvagi sono fuori per distruggere il pianeta. Sono fuori per distruggere tutti voi, siccome vi odiano. Stanno gradualmente avvelenando le acque, l'aria e uccidendo il pianeta. Bambina Mia, tutto questo è stato nascosto dalle masse. Non intendono lasciare un solo essere umano su questo pianeta. Hai capito?"

"Sì, Signore Mio."

"E, questi, Bambina Mia, stanno governando questo pianeta. Governano attraverso i loro equivalenti umani. E, stanno ancora governando dalle loro stazioni nello spazio. Per questa ragione, Bambina Mia, che sto portando delle flotte. Per questa ragione sto portando armate dai pianeta distanti. Ci sarà una grande guerra nei paradisi, e saranno eradicati, soggiogati e sconfitti e le loro anime saranno gettate nel lago di fuoco."

"Signore Mio, lo sanno ?"

"Si, ma nella loro arroganza credono di potere sconfiggere i Poteri della Luce. Non possono. Sono già sconfitti, ma quelli sul pianeta Terra che non amano Me e nostro Padre, moriranno. Quelli, che hanno fiducia nei malvagi, periranno sicuramente sotto il peso del loro malvagio governo."

"Oh, Signore Mio, è terribile! Quelli provenienti da stelle distanti sono esseri amorevoli?"

"Sì, Bambina Mia, ma molti malvagi stanno aiutando a distruggere questo pianeta. Stanno aiutando a distruggere la flora, la fauna, la vita delle piante. Stanno portando le loro creature di terrore, come i chupacabras."

"Oh, Signore Mio, è orribile."

"Si, Bambina Mia, e per questo ho un esercito soprannaturale al mio fianco."

"Signore Mio, nostro Padre ha detto che al momento dell'esplosione nucleare, moltissime persone andranno a casa, ma alcune ritorneranno per andare tra i mondi. Signore Mio, quelli che prendono corpi purificati e vanno attraverso i mondi e non possono farsi male, fanno parte del tuo esercito soprannaturale?"

"Sì."

"Signore Mio, quanto tempo abbiamo?"

"Bambina Mia, siete su un corso accelerato. Quando il Senato acconsente a questa guerra, sigilla il destino degli USA e dopo poco tempo, la prima esplosione nucleare avrà luogo. Al segnale di questa prima esplosione nucleare, partirà la prima ondata di anime, tra i quali ci saranno i miei re, regine, molti miei preti ed alcuni dei Puri di Cuore."

"Signore Mio, questa è solo la prima ondata?"

"Si."

"Signore Mio, quanto tempo abbiamo prima che passi Niburu?"

"Bambina Mia, non è il suo passaggio che è importante, ma ciò che avviene prima e dopo. Bambina Mia, ti dico che entro venti quattro mesi ci saranno delle catastrofi terribili e gravi sulla Terra dovute al suo passaggio."

"Signore Mio, hai detto entro venti quattro mesi?"

"Si."

"Signore Mio, non abbiamo molto tempo."

"No, Bambina Mia."

"Cosí, tra adesso ed allora, alcuni andranno a casa e ritorneranno con corpi purificati?"

"Si, è cosí."

"Oh, Signore Mio, siamo di fronte a tempi terribili!"

"Si, è cosí."

"Signore Mio, ho paura chiedere, ma so che devo farlo."

"Sì, Bambina, quello che ora è in catene, sarà presto liberato …"

"Sì, Signore Mio, cos’è?"

"Bambina Mia, Satana è stato tenuto in catene fino ad ora e non è stato rilasciato sul mondo per fare come sceglie. Piccola Mia, quando gli USA andranno in guerra contro l’Iraq, una guerra inutile e insensata, egli sarà rilasciato sul mondo. La sua furia colpirà l’America e sappi, Bambina Mia, … che è permesso dall’Altissimo, perchè gli USA hanno incominciato volentieri la Terza Guerra Mondiale, tutto per avidità, potere e scopi delle puttane comprate e vendute del Congresso.

Piccola Mia, con questa decisione di guerra, il mondo correrà a tutta velocità alla Terza Guerra Mondiale. Correrà a tutta velocità al collasso economico mondiale. Correrà a tutta velocità alle carestie del mondo. Bambina Mia, tutte queste cose sono sul mondo, perchè questo paese è caduto. È caduto ai ladri e ai furfanti. Le chiese sono piene di svogliatezze e putrefazione e pochissimi camminano nella Via Diritta e Stretta. Bambina Mia, questa è la causa di tutte queste cose sull’America e sul mondo. Ma, sappi che non lascero’ o abbandonero’ mai i Miei Amati. I Puri di Cuore sono salvi, sempre salvi nel Mio amore e saranno degni di scampare alla morte. Sì, saranno perseguitati e molto avranno molto dolore, perchè tutti saranno messi alla prova. Saranno purificati, ma li salvero’ dalla morte."

"Signore Mio, include anche i Puri di Cuore che acconsentirono di diventare martiri?"

"No, perchè prima di questa vita scelsero il martirio."

"Sanno chi sono?"

"Alcuni lo sanno, altri no."

"Allora, Signore Mio, abbiamo raggiunto il punto da cui non è più possible tornare indietro."

La decisione dei tuoi leaders d’invadere ancora l’Iraq è il punto da cui non è più possible tornare indietro, e Bambina Mia, ti dico che stanno correndo a tutta velocità nel massacro."

"Oh, Signore Mio, è cosí terribile."

"Sì, Bambina Mia, perchè è il principio della fine, e con questo ci fermiamo per oggi. Sono Gesù, e tutto è dato in accordo con la volontà di Jehovah, l’Altissimo Dio."

"Signore Mio, dove vuoi che lo metta?"

"Nel prossimo Messaggio per Voi ed anche come il prossimo capitolo del Libro VIII."

"Grazie, Meraviglioso Signore."

 

Come testimoniato, dettato e registrato il 10 Ottobre 2002
Linda Newkirk

 

FTM HomePage     LIBRO I     LIBRO II     LIBRO III     LIBRO IV     LIBRO VII     LIBRO VIII